Settore Agroalimentare - Analisi Alimenti e HACCP

 

Il laboratorio analisi chimiche e microbiologiche CPG opera nel settore alimentare già dagli anni 80. Abbiamo seguito, tra il 1995 e il 1996, la nascita del laboratorio della Camera di Commercio di Albenga, dedicato al settore agro-alimentare, occupandoci direttamente della scelta e formazione del personale.

Le matrici sottoposte a controllo spaziano dai prodotti caseari ai prodotti ittici, dalla carne ai prodotti ortofrutticoli. Oltre alle determinazioni analitiche di base (valori nutrizionali,  microbiologici, fitofarmaci, AW, ecc.) i nostri laboratori si sono specializzati nella ricerca dei microinquinanti (tra i quali segnaliamo diossine e PCB in alta risoluzione).

 

Negli anni abbiamo ottenuto il riconoscimento del Ministero della Sanità - Dipartimento degli alimenti, nutrizione, sanità pubblica e veterinaria e di ACCREDIA (ex SINAL) per operare nell’autocontrollo alimentare, basato sul sistema HACCP.
 

Il personale del gruppo CPG è in grado di offrire i seguenti servizi:

  •  Controllo su materie prime e prodotti finiti

  •  Assistenza nelle fasi di certificazione di prodotto

  •  Determinazioni analitiche sugli ambienti e sulle attrezzature

  •  Visite ispettive igienico-sanitarie

  •  Stesura di Piani di Autocontrollo

  •  Formazione del personale in materia di HACCP

 

 

Analisi chimiche su alimenti

 

Nel corso degli anni il Laboratorio analisi CPG Lab ha raggiunto obiettivi importanti nel campo delle analisi alimentari arrivando a procedurizzare metodiche analitiche sempre più all’avanguardia ed al passo con in tempi. Tutto questo in un settore dove la sicurezza e l’attenzione alla salute del cittadino hanno un valore etico di primissimo rilievo.

 

La gamma di matrici alimentari che CPG Lab può analizzare è molto ampia e spazia dalle materie prime delle industrie alimentari ai semilavorati fino ai prodotti finiti pronti per la tavola, come ad esempio:

 

  •  vegetali (cereali, prodotti ortofrutticoli , derivati)

  • carne e derivati

  • uova e derivati

  • latte e derivati

  • prodotti ittici

  • olii

  • vini e bevande

  • acque potabili e minerali

  • caffè

  • mangimi e prodotti per la zootecnia

  • cereali e farine

  • conserve

  • prodotti da forno

Per verificare la qualità di un prodotto le analisi da effettuare possono variare a seconda della tipologia del prodotto stesso e dell’uso per il quale viene impiegato, sia esso un prodotto finito, un ingrediente o un intermedio industriale; per questo motivo il Laboratorio di analisi microbiologico-alimentare da sempre investe nelle capacità e nel continuo aggiornamento dei suoi operatori, che grazie all’esperienza maturata risultano ad oggi in grado di valutare attentamente e singolarmente i vari casi e di garantire al cliente un prodotto di qualità, nel rispetto delle varie legislazioni nazionali e comunitarie in campo alimentare.

 

Fra le varie tipologie di analisi chimiche che il Laboratorio CPG può offrire ne citiamo solo alcune di particolare rilievo:

  

  • Ricerca di sostanze inibenti su alimenti (CAR Test)

  • Studi di shelf life da effettuare su vari prodotti alimentari

  • Glutine e altri allergeni quali proteine del latte e lattosio, uova, frutta a guscio, etc.

  • Determinazione dell’attività dell’acqua e del pH sugli alimenti

  • Test di migrazione globale e specifica dei materiali a contatto con l’alimento

  • Diossine e PCB su varie tipologie di alimenti

  • Analisi dei residui di prodotti fitosanitari in particolare vengono determinati: Insetticidi organofosforati, clorurati, piretroidi, carbammati, regolatori di crescita, acaricidi ; Diserbanti ureici, nitroanilinici, triazinici e altri; Fungicidi benzimidazolici, ditiocarbammati, tioftalimmidici, pirimidinici, triazolici ed altri.

  • Aflatossine: aflatossina M1 nel latte, aflatossine G1,G2,B1,B2 nei mangimi e nelle diverse matrici

  • Micotossine quali ad esempio Ocratossina A, Zearalenone, Don, etc.

  • Analisi nutrizionali complete su vari tipi di alimento

  • Additivi vari quali acido citrico , acido ascorbico, acido lattico, acido benzoico, nitriti, nitrati, polifosfati, solfiti, etc.

  • Determinazioni su prodotti ittici come la determinazione della trimetilammina o l’azoto basico volatile totale per determinare la freschezza del pescato

  • Analisi su olio quali acidità, numero di perossidi, composizione acidica, analisi spettrofotometrica nell’ultravioletto (K232, K270 e Delta K)

  • Analisi su vino quali grado alcolico, acidità fissa, acidità volatile, acidità totale, anidride solforosa, acido sorbico, prolina, etc.

  • Determinazione di metalli pesanti quali piombo, cadmio, cromo, nichel, ferro, rame, zinco, mercurio, arsenico, stagno, selenio etc.

  • Calcolo UPSD%  per la classificazione dei prosciutti cotti in Italia

  • Filth Test: analisi sulle impurità solide negli alimenti quali sfarinati e sottoprodotti

 

Per le analisi chimiche sugli alimenti il laboratorio CPG Lab dispone di strumentazione all’avanguardia e in particolare, di macchine considerate al top del settore grazie alla possibilità di raggiungere limiti di rilevabilità ampiamente inferiori ai limiti di legge attualmente vigenti:

  •  1 ICP-MS (spettrometro di massa a plasma accoppiato induttivamente) per la determinazione dei metalli

  • 1 GC-HRMS (gascromatografo abbinato ad una massa ad alta risoluzione) per la determinazione di PCB e Diossine)

  • 1 LC-MS/MS ( cromatografo liquido abbinato ad una massa triplo quadropolo) la determinazione dei fitofarmaci piuttosto che aflatossine o micotossine

  • 1 GC-MS/ECD-NPD (gascromatografo collegato con un detector massa a singolo quadropolo) dedicato alla determinazione di pesticidi fra cui i clorurati e gli organo fosforati.

  

Analisi Microbiologiche e HACCP

 

Sin dagli anni 80 il Laboratorio di analisi CPG Lab si occupa di effettuare determinazioni di natura microbiologica e nel corso del tempo si è specializzato prestando un'attenzione particolare alle analisi di microbiologia degli alimenti sia nel campo dell’industria alimentare che nella sua distribuzione capillare.

La legislazione vigente contiene l’esplicito riferimento all’adozione del metodo HACCP, questo termine è acronimo di “Hazard Analysis Critical Control Points” ovvero Analisi dei rischi e controllo dei punti critici.
Il metodo HACCP prevede essenzialmente che vengano individuate, all’interno della specifica attività, tutti quei punti che potrebbero rivelarsi critici per la sicurezza degli alimenti e che vengano predisposte, applicate, mantenute ed aggiornate le adeguate procedure per mantenerli sotto controllo.

L'obbligo dell'autocontrollo interessa tutti i settori della produzione, della trasformazione, del commercio e della somministrazione dei prodotti alimentari e consiste nel predisporre ispezioni e verifiche sull'intera linea produttiva per garantire la sicurezza e la salubrità degli alimenti.
I controlli devono riguardare le materie prime, il ciclo di produzione, i prodotti finiti, ma anche le possibili contaminazioni da parte del personale e le operazioni di detersione e di disinfezione delle attrezzature e dei locali utilizzati.

Il laboratorio di analisi microbiologiche e chimiche CPG Lab effettua tutte le analisi necessarie alla definizione dei parametri microbiologici di un prodotto, di un processo o di un ambiente di lavorazione, supportando il cliente nell’affrontare le problematiche collegate alle specifiche produzioni alimentari.

Il laboratorio CPG Lab si occupa della parte di campionamento, consulenza e formazione e della stesura dei piani HACCP grazie all’esperienza maturata negli anni da personale adeguatamente formato e qualificato, svolgendo poi la successiva parte analitica. CPG offre al cliente anche la stesura di studi approfonditi concernenti le caratteristiche microbiologiche degli alimenti, studi di shelf life, risoluzione di contaminazioni ambientali e studi di efficacia delle procedure di sanificazione.

Il laboratorio CPG Lab effettua una grande varietà di analisi microbiologiche su un’ampia varietà di prodotti alimentari quali latticini, carni e prodotti a base di carne, prodotti ittici, ovo prodotti, semilavorati, farine e prodotti da forno, prodotti ortofrutticoli, frutta secca, conserve, preparazioni gastronomiche, paste alimentari, gelati, prodotti di pasticceria.

 

 In particolare le analisi che vengono offerte di routine ai nostri clienti sono:

 

·         ricerca dei microrganismi patogeni (Salmonella, Listeria, Bacillus Cereus) in alimenti, materie prime, intermedi di produzione e tamponi ambientali

·         definizione dei parametri indice e indicatori di contaminazione (carica microbica totale, coliformi totali, Escherichia coli, Stafilococchi coagulasi positivi, lieviti e muffe, enterobatteri, clostridi solfito riduttori, batteri lattici, ecc) di alimenti e materie prime

·         analisi su carcasse bovine, suine, ovine con la ricerca di carica microbica totale, enterobatteri e Salmonella

·         ricerca di tossine batteriche (enterotossine stafilococciche, ecc)

·         controllo delle superfici per valutare l'efficacia dei processi di sanificazione

·         controllo delle temperature (frigoriferi, celle, automezzi refrigerati, ecc) per verificare che venga sempre rispettata la "catena del freddo" per la qualità e la sicurezza degli alimenti

·         analisi delle acque destinate al consumo umano, alla produzione alimentare e acque di scarico

·         ricerca di legionella nelle acque destinate al consumo umano e in acque di processo

 

Il laboratorio di analisi microbiologiche inoltre effettua controlli della qualità dell'aria utilizzando come metodica il campionamento attivo ad impatto SAS (Surface Air System). Il  controllo della qualità microbiologica dell'aria può essere effettuata a livello di industrie alimentari (locali di produzione, di confezionamento, di stoccaggio degli alimenti, ecc) dove si valuta le possibilità di contaminazione a cui sono esposti gli alimenti all'interno dei vari ambienti coinvolti durante la filiera produttiva, ma anche per la sicurezza dei lavoratori. 

 

Il monitoraggio microbiologico degli ambienti di lavoro rappresenta sicuramente un aspetto molto importante, non a caso la valutazione del rischio biologico è stata inserito anche nella normativa in materia di sicurezza nella quale i diversi agenti biologici sono stati classificati in base alla loro pericolosità nei confronti dei lavoratori e della popolazione generale.

L’aria è notoriamente una delle principali fonti di veicolazione di batteri e virus; si possono quindi distinguere agenti patogeni quali virus e batteri che, come la legionella, sono caratterizzati da un'azione infettiva, e funghi e metaboliti microbici i quali hanno azione allergizzante; questi ultimi a causa di un’esposizione prolungata e continuativa possono essere all’origine di patologie anche molto complesse.

 

Molte delle prove microbiologiche effettuate dal laboratorio seguono norme ufficiali o di enti riconosciuti a livello internazionale e sono soggette ad accreditamento ACCREDIA. Inoltre la partecipazione sistematica a proficiency test forniti da aziende esterne garantisce la corretta applicazione dei metodi di analisi. 

 

 

 

Etichettatura ed analisi nutrizionali

 

Il Laboratorio analisi chimiche e microbiologiche Cpg Lab nel corso degli anni ha sviluppato al suo interno delle figure professionali con l’esperienza necessaria ad effettuare analisi su varie tipologie di alimenti atte alla determinazione dei valori nutrizionali.

 L'analisi nutrizionale è un utile mezzo per caratterizzare un prodotto alimentare dal punto di vista del contenuto di macro e microelementi, vitamine, aminoacidi, particolari fonti di fibra alimentare. I valori nutrizionali forniscono infatti un'informazione molto concisa che permette al consumatore di farsi rapidamente una prima idea delle proprietà di un alimento.

 

Di solito i valori nutrizionali vengono indicati per 100 grammi o millilitri di prodotto e, nella versione più semplice, comprendono le calorie e la quantità di macronutrienti suddivisi in lipidi, proteine e carboidrati forniti da una certa quantità di alimento. In alcuni casi viene anche presentata la quantità di vitamine contenute nell'alimento, la quantità di colesterolo e altri valori come il contenuto di sodio o la ripartizione dei grassi tra saturi ed insaturi.

 

ETICHETTATURA EUROPEA

 

·         Valore energetico espresso sia in Kcal che in KJ per 100g o ml di prodotto

·         Proteine

·         Carboidrati

·         Zuccheri

·         Grassi

·         Fibre alimentari

·         Sodio

·         Acidi grassi saturi espressi come % dei grassi totali

 

Per quanto riguarda invece l’esportazione negli Stati Uniti d’America la normativa prevede analisi più dettagliate. Qui infatti l'etichetta nutrizionale è obbligatoria dal 1994 e il Codice Federale specifica tutti gli elementi nutritivi che possono e devono essere dichiarati in etichetta e nello specifico le analisi sotto riportate.

 

ETICHETTATURA AMERICANA (USA)

 

·         Calorie

·         Grassi totali

·         Grassi saturi

·         Grassi trans

·         Colesterolo

·         Sodio

·         Carboidrati totali

·         Fibre alimentari

·         Zuccheri

·         Proteine

·         Vitamina A

·         Vitamina C

·         Calcio

·         Ferro espressi come % di una porzione o delle calorie da assumere complessivamente in una giornata

Le tecniche analitiche utilizzate per le analisi nutrizionali comprendono un grande ventaglio di determinazioni che parte dalle classiche analisi di chimica di base quali umidità ceneri, proteine, lipidi sino ad arrivare a tecniche strumentali piu’ complesse come la cromatografia liquida (HPLC) e o la gascromatografia (GC) risultanti idonee per la determinazione di zuccheri, acidi grassi saturi, vitamine.

 

Di seguito riportiamo un elenco di alcune fra le ulteriori analisi chimiche nutrizionali che il laboratorio CPG Lab al momento effettua:

 

·         Valore energetico (kcal)

·         Valore energetico (kJ)

·         Proteine

·         Grassi

·         Carboidrati

·         Zuccheri

·         Umidità

·         Ceneri

·         Fibre Alimentari

·         Acidi Grassi Saturi

·         Acidi Grassi trans

·         Colesterolo

·         Vitamina A

·         Vitamina E

·         Vitamina C (acido ascorbico)

·         Acido Sorbico

·         Fruttosio anidro

·         Glucosio anidro

·         Lattosio anidro

·         Caffeina

·         Sodio

·         Calcio

·         Cloruro

·         Cromo

·         Ferro

·         Fluoruro

·         Fosforo

·         Magnesio

·         Manganese

·         Potassio

·         Rame

·         Selenio

·         Zinco

 

Analisi Alimentari e Zootecniche mediante Strumentazione NIR
 
La spettroscopia NIR (spettroscopia nel vicino infrarosso) è una tecnica non distruttiva che consente di analizzare più componenti contemporaneamente in qualsiasi matrice; questa strumentazione copre l’intervallo di lunghezze d’onda adiacenti il medio infrarosso e si estende fino al visibile.
 
Scoperta nel 1800, ha guadagnato ampia credibilità e accettazione da parte del mondo scientifico solamente a partire dagli anni ‘70 e da allora viene utilizzata in vari settori industriali per il controllo della materie prime, il controllo della qualità del prodotto e il monitoraggio del processo. Il crescente e continuo interesse per la tecnica NIR nel settore agro alimentare è strettamente correlato ai notevoli vantaggi che permette di ottenere rispetto alle tecniche analitiche normalmente in uso, come ad esempio la facilità nella preparazione dei campioni (nessun pretrattamento) e la possibilità di ripetere più misure in contemporanea sullo stesso campione.
 
Tra i metodi non distruttivi applicati in agricoltura la spettroscopia nel vicino infrarosso (NIR) risulta essere sicuramente la metodica più utilizzata ed attualmente la sua evoluzione verso nuove analisi sembra non avere fine.
Il settore agroalimentare è di gran lunga quello in cui la tecnica NIR è maggiormente diffusa, tanto che è possibile affermare che circa il 70% delle applicazioni strumentali derivano direttamente o indirettamente da questo ambito.
 
Le principali filiere in cui è applicata la tecnica NIR sono: cerealicola, lattiero-casearia, ortofrutticola, zootecnica, mangimistica, vitivinicola, olearia.
 
Il laboratorio C.P.G. Lab Srl opera da diversi anni nel settore agroalimentare e zootecnico, come testimoniato dalle varie certificazioni/riconoscimenti ottenuti negli anni dall’azienda, e nell’ottica di una continua crescita abbinata alla ricerca continua della qualità e della soddisfazione del cliente si è dotato di strumentazione NIR.
 
Nello specifico lo strumento da noi impiegato è uno spettrometro Buchi NIRFlex N500, strumento molto versatile e modulare che permette di eseguire e sviluppare applicazioni di spettroscopia infrarossa in differenti settori, tra cui l'analisi di alimenti zootecnici (mangimi) per la determinazione del cartellino e le analisi agroalimentari.

  

 
Riferimenti normativi: