La strumentazione del laboratorio

Nel corso degli anni il laboratorio di analisi chimiche e ambientali CPG Lab ha optato per una politica di continua innovazione aumentando e migliorando costantemente il proprio parco strumenti anche tenendo in considerazione i limiti di legge sempre più restrittivi riguardanti i controlli nel campo ambientale-alimentare.

Il continuo evolversi della legislazione in campo ambientale ha pertanto condotto le case produttrici alla fabbricazione di strumentazioni sempre più automatizzate e precise in grado di raggiungere livelli di rilevabilità neppure immaginabili non molti anni orsono; il laboratorio ha seguito ed appoggiato tali cambiamenti per continuare a fornire al proprio cliente un prodotto di qualità sempre all’avanguardia nei campi di interesse.
Attualmente a livello analitico CPG Lab vanta una ampia gamma di strumentazione che permette al laboratorio di ottemperare a quelli che sono i vigenti limiti normativi riguardanti le analisi alimentari ed ambientali, che vanno dalla ricerca di un metallo in un' acqua potabile secondo il Decreto Legislativo 2 febbraio 2001, n° 31, fino alla determinazione di fitofarmaci in un terreno agricolo come da D. Lgs. 03/04/06 n° 152 parte 4° - tab. 1 colonna A o all’analisi dei residui di aflatossine in matrici alimentari secondo come da Regolamento (CE) 466/2001 della commissione del 8 marzo 2001 e sue successive modifiche.
 
Fra la strumentazione di maggiore prestigio di cui il laboratorio CPG Lab dispone ricordiamo:
 
  • 1 spettrometro ICP-MS per la determinazione dei metalli che permette di raggiungere limiti di rilevabilità inferiori al ppb e quindi particolarmente adatto per analisi su acque potabili,superficiali e sotterranee
  • 1 spettrometro ICP-OES
  • 3 cromatografi ionici utilizzati per la determinazione di cationi ed anioni
  • 3 spettrofotometri UV-VIS di cui 1 automatizzato per l’aggiunta dei reagenti al campione
  • 1 spettrofotometro IR per effettuare l’analisi quantitativa dell’amianto
  • 1 microscopio ottico e 1 stereoscopico per la ricerca dell’amianto in fibre
  • 1 TOC per la determinazione del carbonio totale nelle acque
  • 1 respirometro per la determinazione dell’indice respirometrico,parametro particolarmente importante nella caratterizzazione dei rifiuti
  • 1 titolatore automatico per la determinazione di PH, conducibilità e Cod
  • 1 lettore di microstrip ideale per la ricerca di allergeni negli alimenti.
 
Una menzione particolare merita la gascromatografia, da sempre cardine fondamentale nelle analisi ambientali e come tale cuore pulsante anche del laboratorio CPG Lab; attualmente l’azienda dispone di 9 gascromatografi collegati ad una vasta gamma di detector e di auto campionatori che consentono di ampliare il raggio di analisi dalla ricerca dei volatili in aria sino alla determinazione delle diossine nelle matrici alimentari.
 
Nello specifico CPG Lab dispone di:
 
  • 2 gascromatografi con rivelatori ECD/FID dedicati alla ricerca dei composti volatili e semivolatili (GC-ECD-FID)
  • 1 gascromatografo collegato a MS/ECD/NPD particolarmente adatto all’analisi di fitofarmaci clorurati e fosforati (GC-MS-ECD-NPD)
  • 1 gascromatografo con rivelatore Massa per l’analisi dei smv (GC-MS)
  • 1 gascromatografo con detector a Termoconducibilità per l’analisi dei gas (GC-TCD)
  • 1 gascromatografo accoppiato ad una Massa con sistema purge and trap utilizzato nella ricerca dei composti volatili in acque,terreni e rifiuti che permette di arrivare a vedere concentrazioni sino al limite dei ppt (PT-GC-MS)
  • 1 gas/massa con sistema “Headspace” per la determinazione dei composti volatili (HS-GC-MS)
  • 1 gas/massa collegata ad un sistema Markes specifico per il desorbimento termico di tubi o canister utilizzati nel campionamento durante i monitoraggi ambientali (TD-GC-MS)
  • 1 gascromatografo accoppiato ad una massa ad alta risoluzione per la determinazione di diossine,furani e pcb capace di rilevare eventuali contaminanti sino a grandezze nell’ordine del ng/kg (GC-HRMS)
 
Nell’anno 2009 la CPG ha ampliato il proprio parco strumenti acquisendo anche una massa triplo quadrupolo che, accoppiata ad un cromatografo liquido (sistema HPLC-MS/MS), permette di effettuare analisi estremamente accurate e significative nell’ambito agroalimentare. In particolare troviamo, tra le varie possbilità, la determinazione di residui di fitofarmaci (di fondamentale importanza nei prodotti ortofrutticoli) e la ricerca di aflatossine e micotossine in matrici alimentari che spaziano dalle farine ai mangimi per animali.
Questo investimento è stato reso possibile grazie al Co-finanziamento con le risorse del POR Regione Liguria 2007/2013 - Bando Azione 1.2.3. - Asse 1 Innovazione competitività.
 

Attualmente il laboratorio dispone di anche altri 2 cromatografi liquidi accoppiati a rivelatori Dad e ad 1 fluorimetro.
 
CPG Lab ha da sempre investito non solo nella strumentazione analitica ma anche nell’automatizzazione della fase di preparazione del campione cercando così di incrementare la ripetibilità e la precisione anche in questo primo step di analisi; per questo motivo il laboratorio nel corso degli anni si è dotato di 2 digestori microonde per la digestione acida dei terreni necessaria per poter procedere all’analisi dei metalli, di un sistema ASE (accelerated solvent extractor) per l’estrazione dei composti semivolatili da matrice terreno o rifiuto e di un sistema Power Prep per la purificazione del campione antecedente l’analisi delle diossine e dei pcb in GC-HRMS.
 
Il laboratorio di analisi chimiche, ambientali e alimentari CPG Lab dispone, oltre ai maggiori strumenti citati in precedenza, di una vasta gamma di strumenti e attrezzature da laboratorio meno visibili e di minor impatto ma senza dubbio fondamentali per l’analisi: digestori, distillatori, bilance tecniche e analitiche, pHmetri, conduttimetri, conta colonie,etc.