Aria: Emissioni e Immissioni

Nel campo specifico delle emissioni e delle immissioni il laboratorio analisi chimiche e ambientali CPG ha acquisito negli anni una notevole esperienza ed è stata una delle prime strutture autorizzate dalla Regione Liguria “a svolgere compiti tecnici inerenti al controllo delle emissioni ed al rispetto degli standard di qualità dell’aria” (ex art.17 L.R. 12/04/85 n°11).

Per quanto riguarda le emissioni in atmosfera, i nostri tecnici sono in grado di effettuare rilevazioni e misurazioni di fumi, gas e particelle emesse da camini, ciminiere e condotti di aziende attive nei settori più svariati: dal piccolo artigiano alla grande industria chimica, dalla media industria di produzione fino alle discariche.

Nel campo delle immissioni svolgiamo attività di campionamento e misure in continuo, anche con mezzi mobili, per determinare la qualità dell’aria e degli ambienti di lavoro, sia interni che esterni. Una volta in laboratorio i campioni vengono analizzati per verificare il rispetto dei limiti di legge, che variano naturalmente in base al tipo di attività e alla normativa nazionale e regionale. Sono oggetto di particolare attenzione i valori riferiti a sostanze che possono costituire pericolo per la salute pubblica o dei lavoratori, come polveri, metalli, amianto, benzene e diossine.

 

 

Emissioni in atmosfera

Pratiche autorizzative, campionamento e analisi

Tutte le aziende che producono emissioni in atmosfera hanno l’obbligo di essere autorizzate secondo il Decreto Legislativo del 3 aprile 2006, n. 152 tramite procedura ordinaria o semplificata, nei casi in cui:
 
  • venga installato un nuovo impianto (Art. 269 comma 2);
  • venga spostata la sede dove si trova l’impianto (Art. 269 comma 2);
  • si intenda modificare l'impianto in modo sostanziale rispetto al progetto originario (es.aumento della portata autorizzata e/o delle concentrazioni).

C.P.G Lab offre al cliente un servizio completo, garantendo la necessaria assistenza nel corretto e completo adempimento dell’iter autorizzativo e di autocontrollo. Personale tecnico specializzato nel settore segue il cliente nell’ invio delle domande, predisponendo la documentazione prevista sia per le autorizzazioni ordinarie che per quelle semplificate.

Il laboratorio CPG offre naturalmente il successivo campionamento dei fumi prodotti dagli impianti, con idonea strumentazione, effettuando gli autocontrolli stabiliti dalla Provincia di appartenenza dell'azienda. I campioni prelevati vengono poi analizzati in laboratorio, con la consegna al cliente del rapporto di prova finale relativo agli esiti analitici.

 

Analisi degli odori

L’interesse verso il problema delle emissioni odorigene si è andato accentuando in questi ultimi anni. Sebbene un ambiente in cui sono presenti fonti odorigene non sia in genere pregiudizievole per la salute, esso può rappresentare un fattore di stress fisiologico per la popolazione interessata.

Al fine di fornire un controllo a 360° sull’impatto odorigeno, sulle possibilità di mantenerlo monitorato e, ove possibile, sulla sua riduzione, C.P.G. Lab propone un percorso che prevede analisi odorimetriche ed analitico-strumentali delle fonti con proprietà osmogene.

Il percorso identificherà le diverse fonti attraverso analisi sensoriali di olfattometria dinamica e, con l’analisi chimica, avvierà un approfondimento sui composti odorigeni presenti. Questa valutazione sarà di garanzia per il cliente che le emissioni, anche qualora siano percepite dalla popolazione, seguano le indicazioni legislative.

Di seguito sono descritti i punti principali di un piano di controllo standard, che potrà poi essere rielaborato in base alle specifiche esigenze di ogni Committente:

  1. Studio dell’insediamento produttivo
  2. Definizione del piano di monitoraggio
  3. Valutazione dei possibili composti odorigeni
  4. Esecuzione dei panel test
  5. Analisi chimiche delle sorgenti osmogene
  6. Monitoraggio in continuo
  7. Relazione conclusiva

Le analisi sensoriali di olfattometria dinamica verranno eseguite attraverso panel secondo la norma UNI EN 13725.

Terminate le identificazioni e le caratterizzazioni delle fonti e delle aree emissive potrà sarà effettuato, mediante installazione di un naso elettronico, un monitoraggio in continuo 24 ore su 24 in una posizione del sito ritenuta significativa per un periodo da valutare.

Sarà quindi possibile evidenziare ed identificare le fonti di dispersione in funzione del tempo e delle variazioni di velocità e direzione del vento.

Infine verrà proposto un programma di controllo nel tempo dei valori emissivi attraverso un monitoraggio o, ove possibile, con sistemi fissi presso la struttura o sito interessati.